Risotto al nero di seppia

Risotto al nero di seppia

Ingredienti:

400 g di riso, 1 kg di seppioline, 200 g di vino bianco, 1 cucchiaio di conserva di pomodoro, 1 spicchio d’aglio, 1/2 cipollina, olio extravergine d’oliva, prezzemolo, sale, pepe

Pulire bene, lavare e tagliare a pezzetti le seppie, avendo cura di conservare due sacchetti di umore nero integri. Imbiondire la cipolla tritata e l’aglio (che va poi eliminato) nell’olio, aggiungere seppie, nero e prezzemolo facendo insaporire nel condimento. Versare il vino e farlo evaporare. Unire il riso e portarlo a cottura mescolando spesso ed aggiungendo acqua salata in ebollizione (un litro circa) in cui sia stata diluita la conserva di pomodoro. Quando il riso è al dente, verificare il sale ed aromatizzare con pepe e prezzemolo fresco tritato.

Fonte - La cucina ischitana ricette popolari - Imagaenaria Editore

Condividi



Articoli Correlati

  1. Il Minestrone contadino

    Pulite e lavate tutte le verdure e tagliatele a dadini. Tritate la pancetta con metà della cipolla.

  2. Pasta fresca e zucca

    Pasta fresca e zucca - Ricette dell'isola d'Ischia

  3. 'Mpepata di cozze

    1,5 kg di cozze, prezzemolo, abbondante pepe, 1 limone.

  4. Pasta con fagioli e cozze

    Ricette dell'isola d'Ischia - Pasta con fagioli e cozze

  5. Soutè di vongole

    Ischia in tavola - Soutè di vongole

  6. Torta di cioccolato con le pere

    Torta di cioccolato con le pere - Ricette dell'isola d'Ischia

  7. Gli Struffoli

    Impastare tutto insieme, fare bastoncini sottili e tagliare. Friggere in un abbondante olio di semi, in una pentola a bordi alti.

  8. Frittata di maccheroni

    La frittata di maccheroni si usa per riutilizzare la pasta avanzata, quindi maccheroni, spaghetti o qualsiasi tipo di pasta.

  9. La parmigiana di melanzane

    Ingredienti per 6 persone: 4 melenzane, 250 gr. di mozzarella, 300 gr. di passata di pomodoro resco, cipolla, basilico, 150 gr. di parmigiano grattugiato, olio d'oliva, sale.

  10. Alici Marinate

    Togliere alle alici la testa, la coda, la spina, le viscere. Lavarle, asciugarle, coprirle di aceto e lasciarle marinare per una giornata.